Il Fattore umano nell’era dell’AI: massimizzare il potenziale dell’AI generativa

IL FATTORE UMANO DELL’ERA DELL’AI: MASSIMIZZARE IL POTENZIALE DELL’AI GENERATIVA

L’AI  ha la capacità di ridefinire la natura del lavoro, migliorando la consegna del valore e migliorando le esperienze sia per i dipendenti che per i clienti. 

Tuttavia, esiste un divario di fiducia tra il potenziale promesso dallAI e la sua attuale realtà. La ricerca recente di Accenture rivela che mentre il 95% dei lavoratori riconosce il valore dell’AI, il 58% esprime preoccupazioni per la sicurezza del lavoro e il 57% cerca chiarezza sulle sue implicazioni per la propria carriera.

Per le organizzazioni, colmare questo divario di fiducia inizia con una comunicazione trasparente sulla loro strategia di AI. Mostrando esempi di come l’AI amplifichi le capacità umane e sottolineando i suoi benefici per la formazione e lo sviluppo, le organizzazioni possono costruire fiducia e alleviare le preoccupazioni tra la propria forza lavoro.

The future of programming with artificial intelligence: AI revolutionizing the way we code

Nel campo dell’assistenza clienti, l’automazione e l’IAI stanno ridefinendo ruoli e responsabilità. Tuttavia, l’efficacia di queste tecnologie dipende dall’input umano. Gli ex dipendenti del servizio clienti, con la loro abilità nella comunicazione e nella risoluzione dei problemi, stanno trovando nuovi ruoli nell’ingegneria dei prompt, ottimizzando i modelli AI per un servizio clienti migliorato.

Nonostante il potenziale dell’AI  l’indagine Pulse of Change di Accenture evidenzia una preoccupante lacuna negli sforzi di riqualificazione della forza lavoro. Mentre il 94% del vertice aziendale prevede di aumentare gli investimenti tecnologici, solo il 26% di tali investimenti sarà destinato alla riqualificazione. Per sfruttare appieno il potenziale dell’AI, le organizzazioni devono prioritizzare le iniziative di riqualificazione e dotare la propria forza lavoro delle competenze necessarie.

Con l’AI che riflette sempre più l’intelligenza umana, la diversità nella forza lavoro diventa fondamentale per individuare e mitigare pregiudizi e conseguenze non volute. 

Le aziende che hanno già implementato programmi robusti di diversità e inclusione sono meglio posizionate per sviluppare quadri etici di AI che favoriscono una collaborazione responsabile. Ciò beneficia la produttività aziendale, contribuendo anche a garantire la sicurezza e la governance appropriate delle soluzioni di AI gen. Con l’AI che democratizza la tecnologia in tutta l’azienda, le aziende devono bilanciare l’innovazione con la sicurezza: standard di sicurezza robusti non solo proteggono i dati sensibili, ma fungono anche da elemento cruciale per la fiducia tra azienda e clienti.

Nel navigare il panorama dell’AI, le organizzazioni devono dunque riconoscere che, il successo delle loro strategie, dipende fondamentalmente (ancora) dalle persone. 

Articoli correlati.

Cerea

+39 0442 07 0007
info@squaremarketing.it

Via Guglielmo Oberdan 10
Cerea (VR)

Milano

+39 345 214 73442
info@squaremarketing.it

Via Copernico, 38
Milano

Dubai

Square Marketing Middle East - FZCO
info@squaremarketing.it

IFZA Dubai -Building A1, Dubai Digital Park,
Dubai Silicon Oasis, Dubai, United Arab Emirates

Skip to content